Pizza croccante gourmet

Sono qui per mostrarvi la novità di Casa Stuffer 🙂 Si tratta delle sfoglie di pizza, una base pronta sottile, senza lievito e che si presta a innumerevoli preparazioni sia dolci che salate! Io che amo il salato ho optato per la seconda 🙂 Curiosiiii eh???

Ingredienti:

1 sfoglia di pizza Stuffer

4 cucchiaini pesto di basilico fatto in casa

150gr pomodori secchi ben sgocciolati

150gr scamorza affumicata

50gr pistacchi di Bronte

Procedimento:

Accendete il forno a 200° in modalità ventilato per pre-riscaldarlo. Tagliate a cubetti di uguali dimensioni la scamorza affumicata e sminuzzate anche i pomodori secchi, dopo averli sgocciolati e asciugati ben bene. Rivestite una teglia di carta forno e trasferitevi la sfoglia di pizza. Condite con 4 cucchiai di pesto di basilico, la scamorza e i pomodori secchi; infine aggiungete i pistacchi che daranno quel crunch che a me piace tanto 🙂

Infornate nella parte più bassa del forno per circa 15 20 minuti a 200°, poi trasferite nella parte più alta a 220°C in modalità grill per altri 5 minuti!

Buon appetito amici 🙂

Involtini di cavolo viola

So di avervela già proposta recentemente sottoforma di chips al forno, ma io davvero adoro la verza di tutti i colori e cucinata in tutti i modi 🙂 stavolta quindi tocca agli involtini, che ho farcito con patate, prosciutto cotto e scamorza affumicata.

Ingredienti:

5 foglie grandi di cavolo viola
500gr di patate
100gr di scamorza affumicata
1 fetta spessa di 100gr di prosciutto cotto
3 cucchiai di formaggio grattuggiato
un pizzico di sale e di pepe
1 filo di olio evo

Procedimento:

Lavate bene le patate e mettetele a cuocere in acqua bollente con tutta la buccia. Nel frattempo ricavate le 5 foglie di verza, lavatele e immergetele per 1 minuto in acqua bollente, giusto il tempo di farle ammorbidire. Dopodichè asciugatele bene su di un canovaccio e lasciatele raffreddare. Una volta cotte le patate, eliminate la buccia e schiacciatele con una forchetta. Condite con il formaggio grattuggiato, un filo d’olio evo e con sale e pepe qb. Tagliate a cubetti la scamorza affumicata e la fetta di prosciutto cotto e mischiateli alle patate schiacciate. A questo punto prendete le foglie di verza e con l’aiuto di un cucchiaio farcite il cuore con il ripieno che avete preparato, richiudete le foglie su se stesse e ponete gli involtini in un tegame da forno. Spolverate il tutto con un altro po’ di formaggio grattuggiato e un filo di olio evo. Cuocete in forno a 200°C per circa 20 minuti. Buon appetito:)

Sfoglia al farro con hummus di cannellini e verdure miste

Questa non è la classica torta salata.. è piuttosto una ricetta fatta con gli avanzi, ma non per questo meno buona, anzi credo sia un valore aggiunto! inoltre è completamente senza lattosio e adatta anche ai vegetariani 🙂

Ingredienti:

1 sfoglia di farro rettangolare Stuffer
200gr di fagioli cannellini già cotti
mezzo limone
2 cucchiai di olio evo + qb
mezzo cucchiaino di paprika dolce
1 pizzico di sale
300 gr di verdure e/o ortaggi misti cotti

Procedimento:

Partiamo dalla preparazione dell’hummus di cannellini. Prendete i cannellini già cotti, aggiungetevi il succo di limone, i 2 cucchiai di olio evo, la paprika dolce e un pizzico di sale; frullate bene il tutto e se necessario aggiungete anche un paio di cucchiai di acqua tiepida per ottenere una consistenza più fluida. A questo punto prendete verdure e ortaggi a vostra disposizione, già cotti e conditi con un filo di olio evo e un pizzico di sale; potete utilizzare anche del minestrone surgelato che avrete cotto e privato di tutto il liquido (deve essere completamente asciutto). Prendete la sfoglia di farro Stuffer e srotolatela avendo cura di non romperla: bucherellate il fondo con una forchetta, spalmatevi sopra l’hummus di cannellini e disponete qua e là le verdure miste. Avvolgete i bordi su se stessi in modo da creare una sorta di cornicione più doppio; mettete a cuocere in forno preriscaldato a 200°C per circa 20 minuti.. e buon appetito!

Chips di cavolo viola

Questa ricetta vi sorprenderà! Si tratta di un ottimo aperitivo vegan o anche di un contorno per un secondo piatto o addirittura di uno snack veloce e gustoso con 0 kcal!

Ingredienti:

200 gr cavolo viola
4 cucchiai di olio evo
un pizzico di sale e di pepe

Procedimento:

Prendete il cavolo viola, privatelo delle parti non edibili e lavatelo bene. Tirate via le foglie una ad una, risciacquatele e asciugatele bene, dopodichè spezzettatele delle dimensioni desiderate. Disponetele ordinatamente su una teglia rivestita di carta forno (senza sovrapporle) e spennellatele con l’olio evo (non troppo altrimenti restano umide e non diventano abbastanza croccanti), dopodichè spolverate con sale e pepe qb. Infornate a 200°C per circa 15 minuti in modalità grill, girandole se necessario. Quando crocchieranno allora saranno pronte 🙂

Sformato di polenta con funghi e salsiccia

Non sono particolarmente amante della polenta, tuttavia cerco sempre di variare le mie scelte alimentari e mi capita di mangiarla; tra i tanti modi in cui l’ho provata, questo è certamente il mio preferito. Una sorta di sformato o parmigiana a 2 strati fatti di polenta, funghi misti e salsiccia.

Ingredienti:

1 confezione di polenta Valsugana già pronta (circa 1200 gr)
4 salsicce (io le ho usate di tacchino)
300 gr di funghi misti a pezzi + 200 gr in crema
olio evo qb
1 pizzico di sale e mezzo spicchio di aglio

Procedimento:

In una padella antiaderente inserite un filo di olio e mezzo spicchio di aglio intero (che poi toglierete); dopo un paio di minuti mettete a cuocere 500gr di funghi misti (surgelati o in scatola) aggiungendo un pizzico di sale. Quando sono cotti toglietene meno della metà (circa 200gr) e aggiungete nella stessa padella le salsicce sbriciolate con le mani per farle rosolare per qualche minuto. Ai funghi messi da parte aggiungiamo un pizzico di sale e un filo di olio e con l’aiuto di un frullatore andiamo a creare una bella cremina (se necessario aggiungete anche un goccino di acqua).

Prendete la polenta già pronta e tagliatela a fettine sottili tutte più o meno della stessa dimensione. Andate a disporre uno strato di polenta all’interno di una teglia da forno di grandi dimensioni, poi ricopritelo con uno strato di crema di funghi e infine con i funghi in pezzi e la salsiccia. Ripetete lo stesso procedimento per il secondo strato dello sformato. Cuocete in forno statico per circa 30 minuti a 180°C e il gioco è fatto!

Breakfast cake semi-integrale solo albumi

Vi sarà capitato dopo qualche preparazione particolare che vi siano rimasti un bel po’ di albumi in frigo.. ecco, da quando mio fratello sta seguendo un’alimentazione particolare per curare la sua dermatite atopica questo è il dilemma di ogni settimana. Per rimediare ieri ho deciso di preparare una tipica torta da colazione, vi lascio la ricetta 🙂

Ingredienti:

300 gr di farina (io ho fatto 200 bianca e 100 integrale)
300 gr di albumi
200 ml di olio di semi di girasole
150 gr di zucchero di canna grezzo
1 bustina di lievito
zucchero a velo qb

Procedimento:

Montate accuratamente a neve gli albumi e non fateli smontare. In un altro recipiente unite la farina, lo zucchero di canna e l’olio e mescolateli bene con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo; aggiungete per ultimo il lievito ed amalgamate bene il tutto. A questo punto iniziate ad amalgamare gli albumi montati poco per volta, avendo cura di mescolare il tutto dal basso verso l’alto in modo da non smontare il composto. Rivestite una tortiera di carta forno e versatevi dentro il vostro impasto. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti e ricordatevi di fare la prova stecchino per assicurarvi che dentro la torta non resti troppo umida. Lasciate raffreddare e spolverate con zucchero a velo. Buona colazione 🙂

Mini appetizers alla mousse di formaggio

Certamente vi sarà capitato di organizzare cene e buffet e di voler preparare mille cose.. per gestirla al meglio vi consiglio di presentare qualche piatto freddo, che può essere preparato un pochino prima e servito come finger food in attesa dei piatti caldi per smorzare l’appetito. Nascono così i miei cestini di pasta brisè con 3 diverse mousse al formaggio (bianco, alle erbe e al salmone) arricchiti con pomodorini verdi e rossi e olive. Sono semplicissimi!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta brisè Stuffer
1 cucchiaino di mousse al formaggio per ogni cestino
(a me sono usciti 15 cestini quindi 5 cucchiaini di mousse bianca Stuffer, 5 alle erbe e 5 al salmone Stuffer)
5 pomodorini
5 olive verdi
un pizzico di sale e 1 filo di olio

Procedimento:

Srotolate il rotolo di pasta brisè e con l’aiuto di un coppapasta o di un bicchiere ricavatene quanti più dischi possibili (io ne ho ottenuti 15). Mettete i dischi in uno stampo per muffin girato al contrario, così da dargli la forma tipica dei cestini e lasciate cuocere in forno ventilato a 180°C per circa 10 minuti. Sfornate, fate raffreddare bene e poi farciteli ciascuno con un cucchiaino di mousse al formaggio (potete utilizzare sia una sac a poche che un cucchiaino). Io ho preparato 3 varianti: mousse bianca, mousse al salmone e mousse alle erbe. Infine ho decorato il tutto con olive e pomodorini rossi e verdi precedente conditi con sale e olio. Buon appetito 🙂

Fritto misto (montanarine e ravioloni)

Oggi sono qui per ammazzare un FALSO mito alimentare. Sì, esatto, IL FRITTO NON FA MALE. Basta utilizzare il giusto olio alla giusta temperatura e per i tempi giusti.. e non abusare. Io vi ho preparato un doppio fritto: uno più tradizionale, la montanarina napoletana in 2 varianti, e uno più innovativo, un raviolone ripieno. Per entrambi utilizzerò una base pronta per Fritti Stuffer. Buona lettura.. e buon fritto! 🙂

Ingredienti:

Per le montanarine:
1 base pronta per fritti Stuffer
5 cucchiai di salsa di pomodoro
5 cucchiaini di parmigiano grattuggiato
1 peperone arrostito e tagliato a listarelle
5 fettine di scamorza

Per i ravioloni ripieni:
1 base pronta per fritti Stuffer
150gr di speck a tocchetti
200gr di scamorza affumicata a tocchetti
6 noci sminuzzate grossolanamente

Per friggere:
qb. olio di semi di girasole ad alto oleico (sapore neutro, mantiene bene le alte temperature) + 1 pizzico di sale a fine frittura

Procedimento:

Per le montanarine:
Srotolate la base per fritti e con l’aiuto di un coppapasta o di un bicchiere ricavatene quanti più dischi possibili; io ne ho ricavati 10 quindi ho deciso di fare 5 montanarine dal gusto tradizionale con salsa di pomodoro e parmigiano grattuggiato e 5 con brie e peperoni. Riempite una pentola di olio sufficiente a coprire i nostri dischi di pasta e accendete il fuoco; quando l’olio è ben caldo (attenzione a non farlo bruciare) inserite i dischetti ben distanti e aiutateli nella cottura cospargendoli di olio bollente e girandoli all’occorrenza. Quando si saranno dorati a sufficienza (dipende dalle dimensioni ma ci vuole pochissimo tempo) metteteli su un foglio di carta assorbente e asciugateli bene dall’olio in eccesso, salate senza esagerare… A questo punto decorateli: nella prima versione aggiungo su di ognuno un cucchiaio generoso di salsa di pomodoro e un cucchiaino di parmigiano grattugiato; nella seconda versione una fettina di brie (che si scioglierà con il calore) e dei filetti di peperone arrostito.

Per i ravioloni ripieni:
Srotolate la base per fritti e con un coltello dividetela in 4 strisce verticali per il lato corto della base (otterremo 4 ravioloni da farcire e richiudere su se stessi). Inserite su ciascuna metà delle 4 strisce una generosa quantità di ripieno: scamorza affumicata a tocchetti, speck a tocchetti e le noci sminuzzate grossolanamente. Richiudete i ravioloni con l’altra metà della striscia rimasta vuota e per sigillare utilizzate la punta di una forchetta. Riempite una pentola di olio sufficiente a coprire i nostri ravioloni e accendete il fuoco; quando l’olio è ben caldo (attenzione a non farlo bruciare) inserite un raviolo alla volta (viste le dimensioni) e aiutatelo nella cottura cospargendolo di olio bollente e girandolo all’occorrenza. Quando si sarà dorato a sufficienza mettetelo su un foglio di carta assorbente e asciugatelo bene dall’olio in eccesso. Aggiungete davvero solo un pizzico di sale, visto che il ripieno è bello saporito. Impiattate.. e mangiateee!

Cocco-cake al cucchiaio

Uno sfizio che può andare bene per la colazione, lo spuntino o addirittura come dolce del pranzo domenicale.. senza provare, però, troppi sensi di colpa. Si tratta di una sorta di cheesecake dove la parte “cheese” è in realtà sostituita da una crema 100% cocco 🙂 Ve ne ho preparate due versioni: quella più light prevede granella di nocciole tostate e confettura ai frutti di bosco; quella più golosa l’aggiunta di cioccolato bianco ai lamponi e cioccolato al latte!

Ingredienti:

(Per 6 bicchierini in totale)
per la base:

60gr di cereali di crusca integrali
latte di cocco (va bene anche il latte normale) qb

per la crema al cocco:
200gr acqua calda
200gr latte
100gr latte di cocco in polvere (io ho utilizzato quello LiveBetter)
-nella versione 2 aggiungete anche 3 4 quadratini di cioccolato bianco ai lamponi

per la stratificazione:
versione 1: 6 cucchiaini di confettura ai frutti di bosco + granella di nocciole tostate
versione 2: 3 quadratini di cioccolato al latte + 3 quadratini di cioccolato bianco ai lamponi

Procedimento:

Spezzettate i cereali in tante piccole parti con le mani o anche con l’aiuto di un bicchiere; aggiungete poi un goccio di latte di cocco per far legare bene il tutto. Inserite, poi, sul fondo dei sei bicchierini uno strato di un paio di cm con un cucchiaino e mettete in frigo a raffreddare. Intanto prepariamo la crema: mettete in un pentolino sul fuoco insieme l’acqua e il latte; quando si arriverà al bollore aggiungete il latte di cocco in polvere ben setacciato e iniziate a mescolare con un cucchiaio (come se si trattasse di crema pasticcera). Non aggiungo zucchero perchè trovo il latte di cocco naturalmente dolce a sufficienza. Quando si arriverà a ottenere una consistenza bella densa e cremosa versate la crema in due recipienti diversi. Nel primo la lasceremo raffreddare così com’è, mentre nel secondo quando è ancora calda ci aggiungiamo qualche quadratino di cioccolato bianco ai lamponi e mescoliamo bene per farlo sciogliere. Una volta fredde andiamo a impiattare (o imbicchierare? ahahahah). Prendiamo i bicchierini dal frigo.
Versione 1: Sul fondo di ognuno aggiungiamo 2 cucchiaini di confettura ai frutti di bosco senza zuccheri aggiunti, al di sopra la crema di cocco e poi ricopriamo con un po di granella di nocciole tostate.
Versione 2: Versate la crema di cocco e cioccolato bianco e poi spezzetattevi sopra qualche quadratino di cioccolato bianco ai lamponi e cioccolato al latte.

Burger di broccoli e spinaci su crema di pistacchi e anacardi

In questa ricetta ci sono tre cose che adoro alla follia: la frutta secca, i pomodorini secchi e i burger vegetali che mi piace preparare in qualsiasi modo e con qualsiasi ingrediente 🙂

Ingredienti:

Per i burger:
300gr broccoli
300gr spinaci
1 uovo
un pizzico di sale e di pepe
pangrattato qb
un filo di olio evo


Per la crema di pistacchi e anacardi:
50gr pistacchi non salati
50gr anacardi non salati
1 bicchierino di olio evo
2 cucchiaini di Grana Padano
1 pizzico di sale
20 gr di granella di pistacchi


Per l’impiattamento:
3 pomodori secchi e 1 anacardo

Procedimento:

Per i burger:

Dopo averli puliti e lavati bene, cuocete per qualche minuto gli spinaci e i broccoli a vapore, in modo da preservarne tutte le proprietà nutritive. Una volta pronti tagliuzzateli ben bene con l’utilizzo di una forbice e metteteli in una ciotola. Aggiungete l’uovo sbattuto, il sale e il pepe e un filo di olio evo: mescolate il tutto con un cucchiaio e assicuratevi di ottenere un impasto morbido ma che stia in piedi. Date, poi, la forma ai vostri burger con le mani oppure con un coppapasta e passateli nel pangrattato. Metteteli su una teglia rivestita di carta forno e cuocete a 180°C per circa 15-20 minuti; in alternativa potete anche cuocere in padella antiaderente, 5 minuti per lato.

Per la crema di pistacchi e anacardi:

Inserite nel mixer i pistacchi, gli anacardi, il Grana, l’olio evo e un pizzico di sale. Riducete il tutto in crema e poi inseritevi la granella di pistacchi (a me piace sentire il crunch in ogni piatto 🙂

Impiattiamo: cospargete il fondo del piatto con la crema di pistacchi e anacardi. Inserite al di sopra i vostri burger vegetali; infine sminuzzate con una forbice i pomodori secchi e aggiungete un anacardo. Voilà!!! Buon appetito amici